Madre con il suo bambino

Capire la pelle a diverse età

La pelle è un organo vivente ed è sottoposta a diversi cambiamenti durante la vita di una persona. Dalla delicata pelle di un neonato, passando attraverso l'adolescenza quando a volte è soggetta all'acne, fino alle rughe della fase più avanzata della vita. Ogni fase ha le sue esigenze e i trattamenti per la cura della pelle dovrebbero essere adeguati a questi bisogni che cambiano. Scegliere prodotti appropriati per detergere, proteggere, nutrire e riparare la pelle in ognuna di queste fasi aiuta a mantenerla sana e garantisce che la tua pelle appaia e risulti naturalmente al meglio, a qualsiasi età.

Diverse età e fasi

Pelle dei bambini

La pelle dei bambini è dal 20% al 30% più sottile di quella degli adulti. Ha lo stesso numero di strati, ma ognuno è considerevolmente più sottile, rendendo la pelle particolarmente sensibile e delicata.

Lo strato esterno dell'epidermide (lo strato corneo) è particolarmente sottile e le cellule sono meno strettamente legate rispetto alla pelle di un adulto. Anche le ghiandole sudoripare e sebacee sono meno attive ed il film idrolipidico (un'emulsione di acqua e grassi che copre e protegge la superficie della pelle) ed il mantello acido protettivo (la parte di acqua del film idrolipidico, che è leggermente acida) sono ancora relativamente deboli. Questo significa che la funzione barriera è disturbata e che la pelle del bambino piccolo è:

  • meno resistente,
  • particolarmente sensibile agli agenti chimici, fisici e microbici,
  • soggetta alla disidratazione,
  • più sensibile ai raggi UV.

La sensibilità ai raggi UV viene ulteriormente migliorata dal fatto che i bambini hanno anche una bassa pigmentazione. I melanociti (le cellule responsabili della produzione di melanina) sono presenti, ma meno attivi e quindi i bambini dovrebbero essere tenuti lontani dal sole.

I bambini hanno anche più difficoltà a regolare la loro temperatura corporea rispetto agli adulti. Questo perché:

  • L'area di superficie del loro corpo è relativamente grande,
  • le loro ghiandole sudoripare sono meno attive,
  • La loro circolazione cutanea è ancora abbastanza lenta ad adattarsi.
  • Il sistema circolatorio della loro pelle non è completamente formato ed essa è lenta ad adattarsi ai cambiamenti di temperatura con la costrizione o dilatazione vascolare.
Bambini che dorme
Ogni strato della pelle di un bambino è molto più sottile di quella di un adulto
Bambino che gioca
I bambini hanno una pigmentazione cutanea minore e più difficoltà a regolare la temperatura corporea.

E' importante che gli adulti siano consapevoli di questo e che tengano sotto controllo la temperatura dell'ambiente per loro.

Leggi di più sulla pelle dei bambini, le condizioni alle quali è più incline e come prendersene cura.

Pelle dei bambini

All'età di 4 anni la pelle e le sue appendici (come i capelli, le unghie e le ghiandole) sono un po' più mature. Tuttavia la pelle dei bambini è ancora più sottile e ha meno pigmentazione rispetto a quella degli adulti. Poiché questi meccanismi di autoprotezione sono meno sviluppati, la pelle giovane è particolarmente sensibile ai raggi UV. Leggi di più sulla pelle dei bambini e su come prendersene cura.

All'età di 12 anni la struttura e la funzione della pelle di un bambino corrispondono a quella di un adulto.

Bambina piccola che si tocca il braccio
All'età di 4 anni, la pelle matura leggermente ma è ancora molto sensibile.

L'adolescenza

I cambiamenti ormonali della pubertà possono avere effetti marcati sulla pelle - in particolare su viso, spalle, petto e schiena. L'aumento della produzione di sebo e la perdita irregolare dei corneociti può far diventare la pelle grassa e soggetta all'acne. Questo problema di solito scompare maturando, anche se per alcune persone, soprattutto per le donne, l'acne può continuare fino alla mezza età e anche oltre.

Adolescente che si applica la crema sul viso
I cambiamenti ormonali possono causare irregolarità cutanee che possono scomparire con l'avanzare dell'età.

Alla fine dei 20 anni

I fattori genetici, lo stile di vita e l'ambiente determinano il momento in cui l'epidermide ed il derma iniziano ad assottigliarsi ma, a partire dai 25 anni circa, possono comparire i primi segni dell'invecchiamento, normalmente sotto forma di sottili rughette.

Quando la pelle inizia ad assottigliarsi, la sua funzione barriera e la naturale protezione dai raggi UV vengono gradualmente ridotti.

Anche la massa di collagene e la flessibilità iniziano a diminuire dell'1% circa all'anno.

La massa di collagene e la flessibilità iniziano anche a diminuire dell'1% circa all'anno.
Intorno ai 25 anni cominciano a diventare visibili i primi segni di invecchiamento.

Durante i 30 anni

  • La funzione barriera della pelle viene indebolita sempre più.
  • I processi metabolici delle cellule iniziano a rallentare.
  • Aumenta la perdita di umidità della pelle.
  • Riduzione di elasticità della pelle.

Donna che si guarda la spalla
L'idratazione e l'elasticità si riducono e si cominciano a formare le rughe.

Dai 40 anni alla fine dei 50 anni

Nei decenni successivi la struttura della pelle cambia gradualmente:

Epidermide:

La disposizione ordinata dei singoli strati dell'epidermide viene persa. Si formano meno cellule, le cellule esistenti si restringono e gli strati superiori diventano più sottili. Questo può causare:

  • Un aumento della ruvidezza e della secchezza.
  • Aree di iperpigmentazione (conosciute come macchie dell'età).
  • Danneggiamento del sistema di guarigione delle ferite ed un aumento del rischio di infezioni cutanee.

Derma:

I tessuti connettivi dello strato intermedio della pelle perdono la loro struttura fibrosa e la capacità di legare l'acqua, le fibre elastiche degenerano causando una perdita di forza ed elasticità e la comparsa delle rughe e rughe fini, le quali successivamente diventano rughe profonde.

C'è anche un graduale rallentamento nello sviluppo dei vasi sanguigni nel derma. Il derma fornisce le sostanze nutrienti all'epidermide e così, se non la si nutre dall'esterno, sia gli strati che le connessioni fra loro diventano più sottili e piatti, causando una perdita di elasticità e compattezza della pelle, tipica delle donne in post-menopausa. La ridotta circolazione sanguigna provoca anche una perdita di luminosità. La pelle può apparire più spenta  e talvolta possono presentarsi capillari rotti.
Donna che si tocca il naso e il mento
La ruvidezza, la secchezza, l'iperpigmentazione e il rischio di infezioni cutanee possono aumentare
Viso e mani di donna
Una riduzione nello sviluppo dei vasi sanguigni può rendere la pelle meno brillante.

Sottocute:
Lo strato inferiore del tessuto adiposo si riduce gradualmente, causando una perdita di volume ed una perdita di densità.
Inoltre viene ridotta l'energia della pelle ed essa diventa meno resistente alle pressioni.

Durante i 60 e i 70 anni

Donna di mezza età che si sta toccando il viso con la mano
La rigenerazione rallenta e la sensibilità cutanea può aumentare

Dalla fine dei 70 anni in poi, la funzione immune della pelle risulta ridotta, e questo la rende più soggetta alle infezioni.

Leggi di più sulla struttura della pelle nella sezione struttura e funzione della pelle. Leggi di più sul processo di invecchiamento, su come prendersene cura e ritardare i segni del generale invecchiamento cutaneo.
La pelle dell'uomo e quella della donna invecchiano in modo diverso. Per scoprire di più leggi come differisce la pelle dell'uomo da quella della donna.

Viso di donna anziana
Le infezioni cutanee possono aumentare a causa di una ridotta funzione immune

Cosa causa l'invecchiamento cutaneo?

L'invecchiamento cutaneo è causato da una combinazione di diversi fattori, sia endogeni che esogeni. Capire il modo in cui i fattori interni ed esterni influiscono sulla struttura e sulla funzione della pelle può aiutare a scegliere i prodotti giusti.

Fattori interni

La nostra età biologica determina cambiamenti strutturali nella pelle, alcuni dei quali sono inevitabili:

  • Una ridotta circolazione sanguinea significa meno ossigeno e meno sostanze nutrienti che vengono trasportate verso la superficie della pelle e questo provoca un colorito più spento. 
  • Una ridotta attività delle ghiandole sudoripare e sebacee e la ridotta capacità della pelle di produrre Acido Ialuronico causano l'indebolimento del film idrolipidico che a sua volta provoca la secchezza cutanea causata dall'età e le rughe.
  • Una ridotta produzione di estrogeni nella fase post-menopausa, insieme ad una ridotta rigenerazione cellulare, influisce sulla struttura della pelle del viso delle donne.

Anche i fattori genetici svolgono un ruolo importante nel modo in cui invecchia la pelle. La nostra etnia, sesso e il tipo di pelle con i quali siamo nati fanno la differenza nella velocità con cui compaiono i segni di invecchiamento sulla superficie della pelle.

Immagine grafica della superficie della pelle
Pelle giovane con l'epidermide spessa ed una forte rete di fibre di collagene
Immagine grafica della struttura della pelle.
Pelle vecchia con l'epidermide più sottile e la rete indebolita di fibre di collagene.

Fattori esterni

La buona notizia tuttavia è che più dell'80% dell'invecchiamento cutaneo è causato da fattori esterni che possono essere influenzati da:

  • Fattori ambientali: esposizione ai raggi UV, cambiamenti climatici ed inquinamento atmosferico.
  • Fattori dello stile di vita: fumo, alcool, alimentazione, stress e mancanza di trattamento adeguato della pelle.

Leggi di più sui fattori che influiscono sull'invecchiamento cutaneo e scopri come prevenire l'invecchiamento prematuro.

La ricerca ha dimostrato che le parti della pelle che non vengono esposta al sole, mantengono il loro colorito elasticità e capacità di rigenerarsi fino ad un'età avanzata. E' l'esposizione ai raggi UV che causa l'invecchiamento cutaneo prematuro. Questo significa che ridurre l'esposizione al sole e usare una protezione solare comprovata ed efficace è un passaggio fondamentale per rallentare i segni dell'invecchiamento cutaneo prematuro. Leggi di più sul sole.

La detersione quotidiana e l'uso di prodotti formulati per soddisfare i bisogni specifici di un particolare tipo di pelle, la sua condizione ed età, aiutano a mantenerla sana e a ritardare i segni dell'invecchiamento prematuro. Leggi di più sulla routine quotidiana di trattamento della pelle del viso.

Donna che si applica la crema sul viso
Buona notizia: l'80% delle cause dell'invecchiamento sono esterne e possono essere tenute sotto controllo
Donna che si deterge il viso con un batuffolo di cotone
La detersione quotidiana e la ridotta esposizione al sole possono ritardare il prematuro invecchiamento

Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter per godere di vantaggi esclusivi. Ti aggiorneremo regolarmente riguardo novità, offerte speciali, test di prodotto, concorsi e consigli sulla pelle. Registrati gratuitamente!

  • Novità e consigli sulla pelle
  • Offerte esclusive
  • Concorsi e test di prodotto

Video-Consulenza

Con la nostra video-consulenza interattiva potrai scoprire i prodotti Eucerin più adatti al tuo tipo di pelle.
Inizia la video-consulenza

Contattaci via email

Hai domande, idee o suggerimenti per noi? Compila il form e contattaci!
Compila il form