visualLeRegoleDiBase

Come prendere il sole correttamente? Le regole di base per il tuo fototipo

Per un'abbronzatura perfetta e sicura

L’esposizione al sole è tra le cause del foto-invecchiamento della pelle. Per questo è importante proteggerla nel modo corretto conoscendo non solo il proprio fototipo ma anche tutti i fattori che possono influenzare l’intensità dei raggi solari e di conseguenza il loro effetto sulla nostra pelle. Scopri di più in queste righe.

L'INTENSITA' DEI RAGGI

L'intensità dei raggi solari è influenzata da tanti fattori, scopri tutte le variabili nella scelta del fattore di protezione giusto

Quando ci esponiamo al sole la nostra pelle si scalda, si abbronza, si scotta... Queste sensazioni sulla nostra pelle sono causate dai raggi ultravioletti che seppur invisibili ai nostri occhi, dopo un'esposizione al sole, fanno vedere e sentire i propri effetti.

L’intensità delle radiazioni solari è influenzata da numerose variabili: stagione, altitudine, latitudine, ora del giorno, umidità e inquinamento ed è comunemente espressa dall’indice UV che descrive il livello di radiazione ultravioletta solare che raggiunge la superficie terrestre in una certa area. Più è alto il valore di questo indice, maggiore è il potenziale di danno per la pelle e minore è il tempo necessario perché tale danno si verifichi.

La intensità del sole dipende da numerosi fattori come la ora del giorno e la stagione.

A che ora prendere il sole?

In generale alle nostre latitudini, durante tutto l’anno, il 60% circa delle radiazioni UV si verifica nelle quattro ore centrali rispetto al mezzogiorno solare. L’insolazione massima in Italia è nel mese di luglio dalle 11 alle 15. Ai tropici invece, l’intensità delle radiazioni solari si mantiene elevata nelle ore centrali della giornata, indipendentemente dalla stagione.

Quando ci esponiamo al sole, sia ai primi raggi primaverili, in occasione di una scampagnata, che a quelli dei tropici, per esempio in occasione di una vacanza fuori stagione, è importante quindi tenere conto di quanto sono forti le radiazioni solari.

Il rischio di scottarsi dipende però dalle caratteristiche individuali della pelle di ciascuno di noi e dalla durata di esposizione al sole.

Il primo alleato per proteggere la pelle sotto al sole è lo schermo solare.

A seconda del fototipo di appartenenza, dell’intensità delle radiazioni solari e del livello di esposizione al sole dobbiamo scegliere il fattore di protezione più adatto alle nostre esigenze.

Facciamo un esempio pratico: se appartieni al fototipo 2 e ti trovi in una zona equatoriale, dove le radiazioni solari sono molto intense, necessiterai di un fattore di protezione 50+; a parità di fototipo se l’esposizione al sole avverrà nelle zone mediterranee, potrebbe essere sufficiente un FP 30. Considera anche che più è alto il FP, maggiore è il tempo che ci si può esporre al sole, anche se devi sempre considerare che superfici riflettenti come acqua e sabbia chiara aumentano l’intensità dei raggi solari.

A seconda del fototipo di appartenenza, dell’intensità delle radiazioni solari e del livello di esposizione al sole dobbiamo scegliere il fattore di protezione più adatto alle nostre esigenze.

I prodotti solari più completi forniscono uno standard di protezione UVA/UVB bilanciato, garantendo la necessaria difesa da scottature ed eritemi provocati dai raggi UVB e, allo stesso tempo, riducendo i danni da foto-invecchiamento causati dai raggi UVA.

Leggi di più su Il sole e la pelle

Lo sapevi che...

Tintarella: la tanto desiderata abbronzatura, provocata principalmente dai raggi UVB, in realtà è un meccanismo biofisico di difesa della cute dalla radiazione solare.

L'abbronzatura, provocata principalmente dai raggi UVB, in realtà è un meccanismo biofisico di difesa della cute dalla radiazione solare

Sole in montagna: l’intensità degli UV aumenta con la quota. In estate a 3000 m la radiazione è quasi quattro volte più intensa che a 700 m. In inverno gli UV si riducono rispetto all’estate, ma si mantengono comunque più intensi in alta quota.

L’intensità dei raggi UV aumenta con la quota. In montagna c'è quindi bisogno di una buona protezione solare.
IL FOTOTIPO: CONOSCI IL TUO E SCEGLI LA GIUSTA PROTEZIONE

Non tutte le pelli sono uguali... e tu, di che fototipo sei? Scoprilo subito!

Quando ti esponi al sole sei preda di eritemi e scottature solari mentre le tue amiche acquisiscono un bel colore dorato?

La differenza di risposta al sole dipende dal fototipo di appartenenza, così come la capacità di mantenere l’abbronzatura a lungo e gli accorgimenti da seguire prima di esporsi al sole.

Il fototipo è costituito dalla qualità e dalla quantità di melanina presente nella pelle, che caratterizza la sua colorazione di base e rappresenta il primo livello di protezione naturale.

Conoscere il proprio fototipo è importante per preservare la salute della pelle a 360°, preparandola in modo adeguato all’esposizione ai raggi solari, proteggendola correttamente sotto il sole e favorendone la rigenerazione della pelle dopo le vacanze.

Colore degli occhi, dell’incarnato e dei capelli possono dirci molto del nostro livello di fragilità al sole; proprio in base a queste variabili si possono differenziare i fototipi:

FOTOTIPO I: non ti abbronzi mai, ti scotti facilmente

Estremamente fotosensibile, hai una colorazione lattea, spesso caratterizzata da lentiggini, con occhi e capelli biondi o rossi. Dedica un occhio di riguardo alla tua pelle sia prima che durante l’esposizione al sole per evitare danni dovuti al fotoinvecchiamento e prevenire danni cellulari. Aiutati con l’alimentazione: betacarotene e licopene, contenuti rispettivamente nelle carote e nei pomodori, sono antiossidanti naturali che proteggono la pelle dai danni provocati dalle esposizioni solari. Proteggi sempre le zone esposte, fin dai primi raggi primaverili. Meglio usare sempre un FP50+.

Vuoi un consiglio? Prova Eucerin Sun Crema Viso FP 50+ per proteggere efficacemente la pelle più sensibile del viso, e prova Eucerin Sun Spray FP 50+ per una efficace protezione del corpo. Hai bisogno di prodotti più specifici? Scopri tutte le nostre protezioni solari.

Se sei del fototipo 1 con la pelle molto chiara, preparati al sole con alimenti contenenti betacarotene.

FOTOTIPO II: ti abbronzi poco, ti scotti con facilità

La tua pelle è chiara, molto sensibile. Hai capelli ed occhi chiari. Nonostante la tua pelle assume gradualmente una leggera pigmentazione, il rischio scottature è in agguato. In primavera proteggi le parti del corpo maggiormente esposte, come il viso, con prodotti dermocosmetici che contengano un filtro per la protezione solare almeno con FP 30. In estate invece, inizia la stagione con protezioni solari con FP 50 per poi diminuire ad una protezione con FP 30 man mano che la tua pelle si abbronza.

Scopri la protezione solare più adatta a te in base al tuo tipo di pelle e alle sue necessità specifiche.

Se ti abbronzi poco e ti scotti con facilità, probabilmente sei del fototipo II

FOTOTIPO III: ti abbronzi gradualmente, talvolta ti scotti

Ti abbronzi con facilità, e anche nei mesi invernali la tua pelle mantiene un colorito bruno o olivastro. Durante l’esposizione al sole la parola d’ordine rimane protezione, perché i raggi solari, oltre a indurre la pigmentazione della pelle, sono una delle principali cause dell’invecchiamento cutaneo precoce. Non sottovalutare che anche la tua pelle ha bisogno di cure: mantienila ben idratata e protetta. Scopri i prodotti solari più adatti a te in base al tuo tipo di pelle e alle tue preferenze sul tipo di texture.

Ti abbronzi con facilità, e anche nei mesi invernali la tua pelle mantiene un colorito bruno o olivastro: sei del fototipo III che comunque richiede l'uso di una protezione solare.

FOTOTIPO IV: ti abbronzi rapidamente, ti scotti di rado

Hai una pelle tendenzialmente scura-olivastra, capelli scuri, solitamente castani e occhi scuri. Tuttavia non dimenticare di applicare una protezione solare per limitare i danni provocati dai raggi UV e il fotoinvecchiamento cutaneo. Inoltre potenzia le caratteristiche fisiologiche della tua pelle anche dopo l’esposizione al sole. Il segreto per prolungare l’abbronzatura è la rigenerazione. Al rientro dalle vacanze e ogni sera dopo una giornata al mare idrata la pelle con prodotti dermocosmetici ricchi di acido linoleico, un acido grasso insaturo che rafforza la funzione barriera della pelle. Scopri la protezione solare più adatta a te in base al tuo tipo di pelle e alla tua preferenza sulla texture.

Se ti abbronzi rapidamente e ti scotti di rado, sei del fototipo IV

Lo sapevi che...

Fototipo 0 (Albinismo): la melanina è il pigmento che colora tutte le parti del nostro corpo: pelle, occhi, capelli. L’assenza di melanina, una malattia denominata “albinismo”, corrisponde al Fototipo 0, caratterizzato da pelle completamente bianca, capelli bianchi e occhi rossi.

L’assenza di melanina, una malattia denominata “albinismo”, corrisponde al Fototipo 0.

Efelidi sulla pelle: sono le macchioline brune che compaiono sul viso dopo l’esposizione al sole. Si tratta di accumuli di melanina, che è prodotta in eccesso in seguito alla stimolazione dei melanociti (le cellule che la sintetizzano) da parte del sole. Se le hai proteggiti sempre con creme contenenti filtri solari per evitarne l’aumento, ricordati che è una tua caratteristica distintiva di cui andarne fiera.

Se hai le efelidi, proteggiti sempre con creme contenenti filtri solari per evitarne l’aumento
FOTO-INVECCHIAMENTO

La pelle invecchia esponendola al sole. Quali sono i segni più evidenti?

Molto spesso si dice che il sole fa più male che bene alla pelle. Un’affermazione vera, soprattutto se si tende ad esagerare con l’esposizione al sole.

I raggi solari sono responsabili del 90% dei sintomi dell’invecchiamento cutaneo precoce, oltre a cattive abitudini come il fumo, una scarsa cura della pelle o della propria alimentazione.

In particolare sono i raggi UVA ad essere maggiormente correlati al foto-invecchiamento; colpiscono gli strati cutanei più profondi (derma) e arrivano a colpire i capillari, il collagene e l’elastina, danneggiando seriamente la struttura della pelle.

I raggi solari sono responsabili del 90% dei sintomi dell’invecchiamento cutaneo precoce

Gli effetti del foto-invecchiamento sono dovuti sia all'azione diretta delle radiazioni UV sulla pelle che, penetrando, danneggiano le fibre elastiche e la microcircolazione, sia alla formazione di radicali liberi che a loro volta rovinano le strutture cellulari ed extracellulari della cute, tra cui il collagene.

Il foto-invecchiamento cutaneo si manifesta con la comparsa dei segni che fisiologicamente compaiono con l'invecchiamento cutaneo in età avanzata come aumento della secchezza e della rugosità cutanea, riduzione dell'elasticità, aumento dello spessore, perdita di tono e di compattezza della pelle accompagnata dalla comparsa di macchie cutanee o altre lesioni. Questi segni compaiono proprio nelle zone maggiormente esposte al sole come viso, mani e decolleté e sono tanto più precoci e marcati quanto più la pelle non è stata adeguatamente protetta sotto al sole.

Invecchiamento precoce della pelle: aumento della secchezza e della rugosità cutanea, riduzione dell'elasticità, aumento dello spessore, perdita di tono e di compattezza della pelle accompagnata dalla comparsa di macchie cutanee

Se dai 25 anni in poi, la pelle inizia naturalmente ad acquisire l’aspetto di una pelle matura, è importante fare del nostro meglio per salvaguardare il patrimonio di elasticità e tono delle cellule della cute, limitando i danni causati dal foto-invecchiamento e godendo allo stesso tempo dei benefici del sole.

I nostri suggerimenti

Frutti rossi e microcircolazione: in estate proteggi i capillari consumando quotidianamente una porzione di frutti rossi: lamponi, ribes rosso e nero, mirtilli e more sono un concentrato contro i radicali liberi.

in estate proteggi i capillari consumando quotidianamente una porzione di frutti rossi contro i radicali liberi

Determinare il foto-invecchiamento: per verificare il proprio livello di foto-invecchiamento basta paragonare la pelle del viso con quella di un’area non esposta al sole (es. interno coscia). La differenza in rugosità, macchie ed elasticità sarà evidente!

Se vuoi controllare il tuo foto-invecchiamento, paragona la pelle del viso con una parte del corpo che di solito è coperta.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter per godere di vantaggi esclusivi. Ti aggiorneremo regolarmente riguardo novità, offerte speciali, test di prodotto, concorsi e consigli sulla pelle. Registrati gratuitamente!

  • Novità e consigli sulla pelle
  • Offerte esclusive
  • Concorsi e test di prodotto

Video-Consulenza

Con la nostra video-consulenza interattiva potrai scoprire i prodotti Eucerin più adatti al tuo tipo di pelle.
Inizia la video-consulenza

Contattaci via email

Hai domande, idee o suggerimenti per noi? Compila il form e contattaci!
Compila il form