Sensibilità al sole causata dai farmaci Riconoscere i sintomi e capirne le cause

Molti farmaci usati frequentemente, anche quelli da banco, possono far diventare la pelle più sensibile al sole rispetto al solito. Gli agenti fotosensibilizzanti possono diventare reattivi o causare reazioni allergiche quando interagiscono con i raggi ultravioletti (UV). Questo articolo spiega nel dettaglio le cause, i sintomi e come gestire le reazioni fotosensibili causate dai farmaci.

Che cos'è la sensibilità al sole causata dai farmaci?

La fotosensibilità causata dai farmaci (o sensibilità al sole causata dai farmaci) si sviluppa quando un farmaco, che normalmente non causa sensibilità, subisce un processo di fotoattivazione poichè interagisce con i raggi UV quando penetrano nella pelle.

Le sostanze chimiche che hanno una struttura planare, triciclica o policiclica assorbono i raggi ultravioletti, e spesso questi agenti chimici alterati causano manifestazioni cutanee (come le reazioni fototossiche o fotoallergiche). Poichè non sempre è possibile interrompere il trattamento farmacologico, è importante capire come proteggere la pelle dal sole.

Donna che assume un farmaco
Alcuni farmaci possono aumentare la sensibilità della pelle al sole.

Quali sono i sintomi delle reazioni fotosensibili?

Le caratteristiche cliniche della fotosensibilità causata dai farmaci possono variare, poiché il tipo di reazione, fototossica o fotoallergica, dipende dal tipo di agente fotosensibilizzante che ha causato la reazione sensibile.

Parlane con il tuo dermatologo o farmacista se hai dubbi sui sintomi, soprattutto se sospetti di avere una fotosensibilità causata dai farmaci, o se non sei sicura se i farmaci possono causare reazioni fotosensibili.

Qual è la differenza fra le reazioni fototossiche e quelle fotoallergiche?

La differenza principale è che le reazioni fotoallergiche si manifestano quanto il sistema immunitario reagisce agli agenti chimici fotoattivi causando gonfiore e infiammazione, mentre le reazioni fototossiche si manifestano esclusivamente a causa di sostanze fotoattive che reagiscono direttamente con le membrane cellulari ed il DNA delle cellule, e quindi non coinvolgonoil sistema immunitario.

Per scatenare le reazioni fotoallergiche perciò basta solo una piccola quantità di agenti chimici fotoattivi poichè il sistema immunitario è molto sensibile, mentre per le reazioni fototossiche serve una quantità maggiore di sostanze chimiche fotoattive (anche se gli agenti chimici fototossici differiscono per grado di tossicità, e pertanto sono necessarie quantità diverse di ogni sostanza per scatenare una reazione).

Quali sono le differenze visibili fra le reazioni fototossiche e le reazioni fotoallergiche?

Mentre le reazioni fototossiche e fotoallergiche sono causate da diversi tipi di sostanze chimiche fotoattive che provocano diverse reazioni biochimiche, può essere ancora difficile distinguerle quando si esamina una persona con fotosensibilità. La principale differenza che si vede fra le due reazioni è che le reazioni fototossiche tendono ad apparire come gravi scottature solari , che riguardano principalmente la pelle esposta al sole, mentre le reazioni fotoallergiche assomigliano di più alla Dermatite Atopica e la reazione può interessare parti esposte ma anche parti non esposte al sole.

Ingrandimento della pelle con una reazione fotoallergica
Le reazioni fotoallergiche sono più simili alla Dermatite Atopica.

Le reazioni fototossiche e fotoallergiche - Qual è la differenza?

Reazione fototossica

Reazione fotoallergica

Caratteristiche cliniche
Forte scottatura solare

Distribuzione
solo sulla parte esposta al sole



Immunologicamente mediata

No

Incidenza
Alta

Più di un'esposizione all'agente richiesto
No

Quantità di agente richiesto per causare la fotosensibilità
Grande

Velocità di reazione dopo l'esposizione all'agente fotoattivo e alla luce
Da minuti a ore

Caratteristiche cliniche
Dermatite

Distribuzione
Principalmente sulla parte esposta al sole, ma si può estendere anche alle altre aree che non sono state esposte al sole

Immunologicamente mediata
Sì, Tipo IV

Incidenza
Bassa

Più di un'esposizione all'agente richiesto
Si

Quantità di agente richiesto per causare la fotosensibilità
Piccola

Velocità di reazione dopo l'esposizione all'agente fotoattivo e alla luce
24-72 ore

Sviluppo (patogenesi) delle reazioni fototossiche e fotoallergiche

What causes drug-induced photosensitivity reactions?

Sia i farmaci sistemici (assunti per via orale) che quelli ad uso topico possono potenzialmente causare reazioni fotosensibili. Perciò è importante considerare la possibilità che si manifesti la fotosensibilità quanso si sceglie una crema idratante o una lozione per la pelle. Anche alcuni farmaci anti-infiammatori, o "antidolorifici", come l'ibuprofene possono causare fotosensibilità. Altri farmaci fotoattivi frequentemente usati sono gli antibiotici, gli anti-infiammatori non steroidei, i diuretici, le statine, i retinoidi e gli antimicotici.

Parte posteriore della spalla di una donna
Le reazioni fotosensibili possono anche essere causate da componenti che vengono applicati a livello topico.

Quali farmaci hanno il potenziale per causare la fotosensibilità?

Molti farmaci usati frequentemente che possoo causare fotosensibilità sono compresi nella tabella sottostante chiamata Comuni Farmaci Fotosensibilizzanti, tuttavia, questa non è una lista completa e ci sono molti altri farmaci che potrebbero potenzialmente causare fotosensibilità.

Comuni Farmaci Fotosensibilizzanti

  • Anticonvulsivi (Neurolettici)
  • Antibiotici
  • Diuretici
  • Ipoglicemici
  • Antinfiammatori non steroidei (FANS)
  • Pro-farmaci fotosensibilizzanti per PDT (terapia fotodinamica)
  • Retinoidi

Se non sei sicura se il farmaco/i farmaci che stai usando possa causare fotosensibilità, o se vuoi informazioni generali su quali farmaci possono causare fotosensibilità, ti preghiamo di chiedere al tuo medico o farmacista.

Gestire le reazioni fotosensibili

Qual è il modo migliore per proteggersi dalla fotosensibilità, se bisogna assumere un farmaco fotoattivo?

Le lunghezze d'onda della luce che scatenano reazioni fotosensibili causate dai farmaci sono UVA (320-400 nm) e UVB (290-320 nm). Tuttavia alcune sostanza chimiche possono reagire con la luce del sole a lunghezze d'onda visibili. Perciò, si consiglia di evitare l'esposizione al sole.

inoltre proteggere la pelle con indumenti e usare uno schermo solare con un efficace sistema di filtri UVA/UVB ad elevato FP (50+) aumenta il livello di protezione dalla fotoattivazione della maggior parte dei farmaci fotoattivi che si devono assumere.

Segui sempre le istruzioni d'uso per gli schermi solari, soprattutto per quanto riguarda la frequenza di applicazione. In generale evitare le scottature solari aiuta a ridurre il rischio di reazioni fotosensibili causate dai farmaci. Leggi di più su come proteggere viso o corpo.

Donna con cappello
Si raccomanda di indossare indumenti adeguati e di applicare uno schermo solare con un elevato FP.
Donna che si applica lo schermo solare sul naso
Evitare le creme solari che contengono sostanze chimiche fotosensibii.

Il test sulla pelle è uno strumento utile per scoprire di più sulle condizioni cutanee, ma in caso di reazione fotosensibile o se hai dubbi, consulta sempre un dermatologo per una diagnosi diretta.

Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter per godere di vantaggi esclusivi. Ti aggiorneremo regolarmente riguardo novità, offerte speciali, test di prodotto, concorsi e consigli sulla pelle. Registrati gratuitamente!

  • Novità e consigli sulla pelle
  • Offerte esclusive
  • Concorsi e test di prodotto

Video-Consulenza

Con la nostra video-consulenza interattiva potrai scoprire i prodotti Eucerin più adatti al tuo tipo di pelle.
Inizia la video-consulenza

Contattaci via email

Hai domande, idee o suggerimenti per noi? Compila il form e contattaci!
Compila il form