Donna che si tocca la guancia destra con la mano

Cosa puoi fare per l'acne con i farmaci?

Per molte persone che soffrono di acne, i farmaci da banco non sono abbastanza efficaci. Queste persone generalmente soffrono di forme di acne più severe, acne papulo-pustolosa o conglobata. La buona notizia è che i trattamenti farmacologici efficaci sono disponibili su prescrizione medica, e che prima si inizia il trattamento, più basso è il rischio di danni fisici ed emotivi duraturi.

SEGNI & SINTOMI

Capire i quattro fattori dell'acne e dei trattamenti farmacologici alternativi

Prima di decidere quale trattamento usare, è importante identificare i sintomi che causano preoccupazione. I trattamenti per l'acne da lieve a moderata tendono a risolvere uno o più fattori dei quattro attribuiti a questa condizione della pelle. Essi agiscono come segue:

  • riducono la produzione di sebo e quindi tengono sotto controllo la seborrea.
  • accelerano i processo di divisione delle cellule cutanee di superficie (desquamazione), e perciò aiutano a trattare l'ipercheratosi.
  • combattono le infezioni batteriche causate dalla colonizzazione microbica.
  • riducono le infiammazioni e, questo a sua volta, calma le macchie, le papule e le pustole.

Illustrazione grafica dell
Acne: cosa succede nella pelle

Quale trattamento farmacologico esiste?

I farmaci efficaci che possono essere usati per trattare l'acne comprendono:

  • I retinoidi topici
  • Benzoylperoxide
  • Antimicrobici topici
  • Acido azelaico
  • Antibiotici orali
  • Isotretinoina orale
  • Antiandrogeni orali

Questi vengono usati da soli o in abbinamento ad altri prodotti, e il dermatologo prescriverà il farmaco adeguato a seconda della severità dei sintomi.

Il trattamento farmacologico dell'acne deve essere conforme a rigidi standard internazionali che garantiscono che i dermatologi e i medici siano coerenti nel trattamento. Queste linee guida tracciate in base alle testimonianze* danno informazioni ai medici su quali trattamenti o combinazioni di trattamenti usare in base al grado di severità dell'acne e dei sintomi di ognuno. Offre delle alternative di cui tenere conto per i diversi tipi di pelle e delle opzioni adeguate per le donne.

Fronte con l
I farmaci per l'acne si differenziano in base alla severità dei sintomi dell'acne
Donna che sta assumento una pillola
Informa sempre il medico dei farmaci che assumi per evitare interazioni con la terapia per l'acne.

Bisogna tenere in considerazione che il trattamento per l'acne, sia farmacologico che non, richiede tempo per fare effetto.

La regola generale è da 4 a 8 settimane anche se ci vogliono fino a tre mesi, e i sintomi possono peggiorare prima di migliorare. E' facile per i pazienti demoralizzarsi e interrompere la cura e quindi è importante perseverare e continuare la routine, anche se non ci sono miglioramenti immediati.

Trattamento farmacologico dell'acne

Effetti collaterali dei trattamenti per l'acne

I trattamenti farmacologici possono avere degli effetti collaterali. Per esempio, causare secchezza cutanea o sensibilità alla luce. Questi sintomi possono essere contrastati con l'utilizzo di prodotti idratanti complementari per la pelle a tendenza acneica come Euceri DermoPURIFYER Trattamento Idratante Intensivo. Può essere usato come trattamento farmacologico standard per l'acne per idratare intensamente e lenire la pelle acneica disidratata.

Illustrazione degli effetti collaterali dei farmaci comuni per l

* Nast, A.; Dréno, B.; Degitz, K. et al. (2012), European Evidence-based (S3) Guidelines for the Treatment of Acne, Journal of the European Academy of Dermatology and Venereology, 26, p. 1–29.

CAUSE & FATTORI SCATENANTI

Principali cause e fattori scatenanti dell'acne

Ormoni. Nella maggior parte dei casi l'acne viene scatenata da una reazione delle ghiandole sebacee agli ormoni androgeni. Le ghiandole sebacee rispondono agli ormoni presenti con la produzione di sebo in eccesso.

La combinazione di sebo in eccesso (seborrea) e di divisione cellulare squilibrata provoca il rigonfiamento delle ghiandole sebacee e la comparsa di brufoli. Questi possono essere colonizzati da certi batteri e la pelle può diventare rossa e infiammata.

Questo processo è più comune negli adolescenti, poiché sia i ragazzi che le ragazze subiscono un'impennata di ormoni durante la pubertà. L'acne si manifesta in quasi il 90% degli adolescenti, sebbene si risolva di solito con la crescita.

Tuttavia l'acne può colpire soggetti di tutti le età. Fino all'80% dei casi di acne in età adulta si manifesta nelle donne che subiscono cambiamenti ormonali.

Potrebbe comparire durante la gravidanza, le mestruazioni o in presenza di una patologia legata agli ormoni come la sindrome dell'ovaio policistico.

Illustrazione grafica della Seborrea
Seborrea
Illustrazione grafica della colonizzazione microbica
Colonizzazione microbica

I batteri. Le persone con l'acne tendono ad avere la pelle grassa e lucida. Ciò crea un ambiente ideale per i batteri dell'acne solitamente innocui (Propionibacterium acnes) che proliferano e causano irritazioni ed infiammazioni nelle ghiandole ingrossate.

Fattori genetici. Secondo un'altra teoria ci sono  fattori genetici che portano alcune persone ad essere più inclini di altre all'acne. Anche se non si tratta di una vera e propria causa ereditaria, tuttavia c'è un collegamento fra l'acne dei genitori e la maggiore probabilità che i loro figli ne siano affetti. Allo stesso modo i figli delle persone che soffrono di acne in età adulta hanno una maggiore probabilmente di svilupparla anche loro da adulti.

Farmaci. Finally, it is thought that some medications, such as steroids and lithium, can trigger acne in people prone to the condition.

Dettaglio della pelle
La pelle grassa è più incline di altri tipi di pelle a sviluppare l'acne

Miti dell'acne

Oltre alle cause dimostrate, ci sono molti miti sull'acne, molti dei quali attribuiscono ingiustamente la colpa al soggetto che ne soffre. Per esempio, non è assolutamente vero che le persone che soffrono di acne hanno una scarsa igiene.

Infatti la pelle tende ad essere più danneggiata dagli eccessivi lavaggi che dalla scarsa detersione.

E non è nemmeno corretto dire che una dieta squilibrata provoca l'acne. Ovviamente è preferibile una dieta sana ad una scorretta ma i cibi grassi e il cioccolato hanno un effetto minore sull'acne.

Le persone con la pelle a tendenza acneica non solo hanno un problema fisico da affrontare, ma possono anche esserne colpite psicologicamente. La presenza di brufoli o pustole sul viso è difficile da nascondere e quindi è facile per i soggetti affetti perdere la fiducia in sè e l'autostima.

Allo stesso modo, alcune delle strategie utilizzate per provare a nascondere la patologia, come il trucco pesante o la barba, può di fatto peggiorare le cose e la crescita della barba può rendere difficile l'applicazione dei farmaci ad uso topico.

La buona notizia è che esiste il trattamento e che prima lo si applica, minore è il rischio di danni duraturi a livello estetico ed emotivo.

Leggi di più sul trattamento farmacologico dell'acne in generale.
Leggi di più sulle terapie non farmacologiche per l'acne.

Uomo che si lava la faccia
I lavaggi eccessivi possono peggiorare i sintomi dell'acne
Donna che applica il trucco con un pennello
Tutti i trucchi per la pelle a tendenza acneica dovrebbero essere non comedogenici per evitare che i pori si ostruiscano.
ALTRI FATTORI

I principali fattori che contribuiscono all'acne

I sintomi variano da persona a persona e alcune persone reagiscono in modo diverso ai cibi o all'ambiente.

Alcuni dei più comuni fattori che si sono rivelati responsabili di aggravare la pelle a tendenza acneica sono:

  • mangiare carboidrati a catena corta in eccesso (zucchero e farina bianca)
  • assumere elevate quantità di latte ed altri latticini (anche se il formaggio non sembra essere un problema)
  • fumare sigarette
  • prodotti per la pelle comedogenici e trucco
Donna che beve latte
Il consumo eccessivo di latte può aggravare i sintomi dell'acne

E' importante chiedere il parere del dermatologo, anche se i sintomi sono lievi o l'acne è in fase iniziale poiché i trattamenti farmacologici efficaci possono prevenire il peggioramento delle condizioni, e minimizzare il rischio di cicatrici.

C'è anche una serie di regole generali da seguire:

  • usare acqua tiepida, non calda nè fredda
  • applicare solo prodotti per la pelle non comedogenici
  • usare trucco che non ostruisce i pori
  • usare un detergente adeguato prima di andare a letto e preparare la pelle ad assorbire le terapie farmacologiche 
  • lasciar guarire i brufoli naturalmente – schiacciarli peggiora solo la situazione

Leggi di più sulle terapie per l'acne non farmacologiche

Donna che applica il trucco con una spugnetta
Per motivi igienici gli attrezzi per il trucco come le spugnette e i pennelli dovrebbero essere regolarmente sostituiti.
SOLUZIONI

Trattamenti farmacologici per i sintomi dell'acne

Nonostante non ci sia una ‘cura’ per l'acne i sintomi possono essere trattati usando terapie farmacologiche e non. Si consiglia di consultare un medico in caso di forme più severe di acne o quando le terapie non farmacologiche alternative non sono risultate efficaci.

Uomo che si tocca la guancia sinistra
Per ogni problema di pelle è fondamentale seguire un trattamento quotidiano con i prodotti appropriati

I trattamenti farmacologici comprendono:

  • Retinoidi topici come la Tretinoina e l'Adapalene. I retinoidi topici agiscono sui processi anormali di cheratinizzazione e sono anche antiinfiammatori e quindi funzionano in entrambi i casi di acne comedonica ed infiammatoria.
  • Il Benzoil Perossido aiutare a prevenire l'ostruzione dei follicoli pilifieri da parte delle cellule morte e inoltre uccide i batteri che causano infezione.
  • Gli Antimicrobici topici (Antibiotici topici) aiutano ad uccidere i batteri della pelle che infettano i follicoli pilliferi ostruiti. Dovrebbero sempre essere abbinati al Benzoil Perossido per prevenire lo sviluppo di resistenza batterica.
  • L'Acido azelaico è spesso usato come trattamento alternativo per liberare la pelle dalle cellule morte ed uccidere i batteri ed è di solito prescritto se i pazienti hanno avuto effetti collaterali con il Benzoil Perossido o i retinoidi topici.

I trattamenti topici possono essere abbinati a pastiglie di antibiotico (nella maggior parte dei casi tetracicline o eritromicina).

Se questi non funzionano può essere prescritta l'Isotretinoina. Anche le terapie ormonali possono essere efficaci nelle donne che hanno l'acne poiché gli estrogeni sopprimono l'attività delle ghiandole sebacee e diminuiscono la formazione di androgeni ovarici e surrenalici.

Come per tutti i farmaci, ci sono effetti collaterali noti anche per alcune terapie farmacologiche per l'acne. Fra questi si annovera la secchezza cutanea e la sensibilità al sole, ma si possono spesso eliminare grazie all'uso di prodotti idratanti complementari per la pelle a tendenza acneica come  Eucerin DermoPURIFYER Trattamento Idratante Giorno.

Leggi di più sulle terapie non farmacologiche per l'acne
Leggi di più sulle linea Eucerin DermoPURIFYER

Donna incinta
Se sei incinta o hai in programma di avere un figlio chiedi consigli dermatologici sui trattamenti disponibili per l'acne.
Mani che tengono delle pillole
Alcune pillole contraccettiva sono anche efficaci per migliorare i sintomi dell'acne

Iscriviti alla nostra newsletter!

Iscriviti alla nostra newsletter per godere di vantaggi esclusivi. Ti aggiorneremo regolarmente riguardo novità, offerte speciali, test di prodotto, concorsi e consigli sulla pelle. Registrati gratuitamente!

  • Novità e consigli sulla pelle
  • Offerte esclusive
  • Concorsi e test di prodotto