tatuaggio colorato

Prendersi cura del tatuaggio: cosa fare per la salute della pelle

0 minuti di lettura
Mostra di più

La cura del tatuaggio serve a preservare la forma e la qualità del disegno nel tempo, ma anche ad evitare infezioni e danni alla pelle.

 

Scopri come prenderti cura di un tatuaggio passo dopo passo, cosa indossare dopo il tatuaggio e cosa fare per mantenere la pelle in salute, anche in vacanza.

Cosa succede alla pelle dopo un tatuaggio

Fare un tatuaggio può stressare la pelle. Il processo di realizzazione di un tattoo, infatti, consiste nell’utilizzo di piccoli aghi che rilasciano colore penetrando nell’epidermide, lo strato esterno della pelle, per raggiungere il derma, lo strato intermedio tra epidermide e strato sottocutaneo.

 

La pelle punta dagli aghi subisce piccolissime ferite o lesioni soggette ad infezioni.

 

Non è possibile quantificare quanto ci mette un tatuaggio a guarire, ma in genere bisogna tenerlo sotto controllo per almeno 20/30 giorni.

Come prendersi cura di un tatuaggio: le fasi di guarigione

Al termine della realizzazione, il tatuatore in genere applica uno strato di pellicola protettiva trasparente sul tattoo e sulla zona arrossata circostante, per proteggerla da agenti esterni. Sarà il professionista a dare indicazioni su quando sarà possibile rimuovere la pellicola.

 

Vediamo quali sono le varie fasi di guarigione del tatuaggio e come prendersene cura.

Prima settimana: detersione

Una volta rimosso il bendaggio, il tatuaggio deve essere deterso due volte al giorno, per rimuovere eventuali tracce di sangue, plasma, croste o inchiostro.

Dovrai seguire i seguenti step:

  1. Lavare la zona con un detergente lenitivo delicato
  2. Asciugare tamponando delicatamente
  3. Applicare uno strato di crema lenitiva 2 o 3 volte al giorno.

Per disincentivare la comparsa di croste, è preferibile evitare di:

  • Strofinare o grattare la zona con asciugamani e tessuti ruvidi
  • Rimuovere le croste con le mani
  • Recarsi in ambienti sporchi o polverosi, piscine, saune ecc.
  • Fare bagni lunghi, piuttosto preferire docce brevi

Per quanto riguarda l’abbigliamento, è consigliabile tenere più possibile scoperta la zona del tatuaggio o, in alternativa, optare per tessuti in cotone.

Seconda settimana: idratazione e protezione

Dopo 7-10 giorni il tatuaggio potrebbe causare prurito. È importante evitare di grattarsi e applicare una crema lenitiva.

 

Realizzato un tatuaggio, dopo quanto andare al mare? È consigliabile sospendere sport acquatici, esposizione al sole o lampade abbronzanti per almeno un mese.

 

In caso di esposizione al sole, bisogna applicare un’alta protezione solare, per prevenire lo sviluppo di pigmentazione scura o lo scolorimento del tattoo.

Terza settimana: protezione e mantenimento

Passati 15-20 giorni, il tatuaggio potrebbe apparire scolorito, spento e poco vivido dopo la caduta delle croste e delle squame. Questo fenomeno è dovuto alla presenza di un sottile strato di cellule epiteliali morte che, col tempo, cadono naturalmente.

 

Per questo motivo, è necessario evitare di strofinare o grattare la zona per rimuovere lo strato di pelle, rispettare la detersione e l’applicazione della crema.

Prendersi cura di un tatuaggio nel tempo

Dopo i 20 giorni il tatuaggio dovrebbe essere assestato e pronto per essere mostrato. Per mantenere i colori e il disegno vividi nel tempo, però, bisogna rispettare piccoli accorgimenti:

  • Applica una crema solare ad ampio spettro per evitare di scolorire il tatuaggio
  • Cura tempestivamente tagli o abrasioni per evitare cicatrici
  • Idrata sempre la pelle
  • Evita di grattare il tatuaggio.

I prodotti Eucerin consigliati per un tatuaggio appena fatto

Per prendersi cura di un tatuaggio, Eucerin mette a disposizione la linea Aquaphor, un trattamento ristrutturante per pelle danneggiata, sia in formato tubo spalmabile, Unguento lenitivo per Pelle Danneggiata, sia in formato spray, Trattamento Spray per il corpo.

 

Le soluzioni, prive di acqua, offrono idratazione profonda e accelerano il processo di rigenerazione cutanea.

 

In caso di prurito, Eucerin AtopiControl Spray Anti-Prurito offre un sollievo immediato in 60 secondi dall’applicazione, dando sollievo fino a 6 ore.

I valori Eucerin

Pionieri nel prendersi cura della pelle

Eucerin si prende cura della tua pelle per proteggerla e per mantenere il suo aspetto sano e luminoso.

Raccomandata dai dermatologi​

Eucerin lavora al fianco dei più importanti dermatologi e farmacisti di tutto il mondo per creare trattamenti innovativi, efficaci e raccomandabili dagli esperti.

Impegnati nell’innovazione​

Da oltre 100 anni, Eucerin si dedica alla ricerca e all’innovazione in campo scientifico, con l’obiettivo di creare ingredienti performanti e formule lenitive dall’elevata tollerabilità per aiutarti, ogni giorno, a migliorare la qualità della tua vita.

Trova la Farmacia Eucerin più vicina a te